Cookie
Asparagi
Storia

la nostra storia

dove vanno consumati gli asparagi LOTTO GABRIELE

dove vanno consumati gli asparagi LOTTO GABRIELE

I nostri asparagi vengono consumati dal 50%deiconsumatori rivolesi.
Il 25% del nostro prodotto viene consumato dalle famiglie del capoluogo e dai paesi vicini che spesso ne organizzano feste e banchetti.
Un 5% della nostra clientela percorre anche 50/500 km,si riuniscono anche in gruppi per venire ad aquistare il nostro prodotto.
La produzione restante viene aquistata da ristoratori locali e non,specializati nel settore.
viene scartato un 1/10%del prodotto.
Caratteristiche e proprietà

Caratteristiche e proprietà

Scientificamente l'asparago fa parte della famiglia delle Liliaceae e possiede particolari proprietà diuretiche. E' una specie dioica, cioè con una distinzione fra pianta femmina e maschio. Solo le femmine possono portare i frutti e piccole bacche rosse contenenti dei semi neri. Le radici carnose, crescono sotto terra formando un reticolo stellare dal quale partono i germogli, ovvero la parte commestibile della pianta. I gambi vengono raccolti quando non hanno ancora raggiunto una certa consistenza o quando non sono ancora fuoriusciti dalla terra come avviene per l'asparago bianco

Storia dell'asparago

Storia dell'asparago

Li concoscevano persiani, greci, egiziani e romani, ma è in Asia che quasi sicuramente nascono e soprattutto in Cina. Le prime notizie degli asparagi si trovano in un documento scritto 300 anni prima di Cristo da Teifrasto di Ereso, filosofo greco. Marco Porcio Catone già nel 200 a.C. descrisse le tecniche di coltivazione nella sua opera "De Agricoltura" e anche il famoso Plinio il Vecchio ne illustrò le qualità gastronomiche nella monumentale opera "Naturalis Historia". Nel medioevo, l'asparago veniva raccolto soprattutto per le sue capacità farmaceutiche.

Crescita della domanda di asparagi

Crescita della domanda di asparagi

Con il passare del tempo la domanda di asparagi cominciò a crescere, grazie anche all'aumento della richiesta da parte dei ristoranti: se all'inizio del secolo scorso il quantitativo di asparagi prodotti in località Valli era di qualche chilo al giorno, verso la fine degli anni '60 si passò a circa 10-15 al giorno. Nel 1979 però, una malattia colpì le coltivazioni di asparagi facendo sparire questo prodotto dal resto del territorio di Rivoli Veronese, eccetto in località Valli, dove comunque la produzione ebbe notevole calo. In seguito gli asparagi consumati a Rivoli non furono di produzione locale. All'età di 18 anni iniziai a dedicarmi alla coltivazione dell'asparago. Negli anni '90 si arrivò a coprire il fabbisogno del paese.

Coltivazione dell'asparago bianco

Coltivazione dell'asparago bianco

La coltivazione dell'asparago bianco a Rivoli Veronese vanta almeno un secolo di storia da quando, nel 1904, Angelo Morando si trasferì con la sua famiglia in località Valli e iniziò la sua attività da agricoltore. Sebbene la sua attività fosse di modeste dimensioni, Angelo vendè i propri prodotti sia presso la sua abitazione che presso i mercati locali. Per più di cinquant'anni Angelo insegnò ai figli e a mia madre, l'arte dell'agricoltura, la quale fece tesoro di questi insegnamenti e con mio padre portarono avanti la coltivazione dell'asparago.